INFORMAZIONI UTILI

frecciaSCARICA LA MODULISTICA

 

La Scuola dell’Infanzia Sacro Cuore di Gesù è una istituzione paritaria, senza fini di lucro, sostenuta economicamente dai genitori dei bambini frequentanti, dalla Parrocchia e dal Comune, oltre che finanziata dallo stato secondo i parametri definiti per le scuole non statali.
I genitori versano le quote di iscrizione e di frequenza che il Comitato di Gestione stabilisce in proporzione al rendiconto consuntivo e al costo preventivo di ciascun anno.
La Scuola dell’Infanzia paritaria Sacro Cuore di Gesù nella sua azione educativa fa riferimento alle indicazioni presenti nelle leggi e negli Orientamenti statali, ma si ispira anche alla concezione di vita e ai principi della pedagogia cristiana.

REGOLAMENTO INTERNO

  • Sono ammessi alla frequenza i bambini che compiono gli anni entro il mese di dicembre dell’anno in corso e, valutando la disponibilità di posti, i bambini nati entro il mese di aprile dell’anno successivo. L’applicazione della legge 53 (Moratti) verrà attuata con la gradualità necessaria e prevista dalla legge stessa.
  • L’iscrizione dei bambini avverrà entro il mese di febbraio di ogni anno, tramite apposita domanda fornita dalla scuola. Alla domanda dovrà essere allegata autocertificazione attestante nascita, residenza, stato di famiglia, vaccinazioni.
  • Non avendo scopi di lucro, la scuola stabilisce all’inizio dell’anno l’importo della retta mensile per iscrizione e refezione, da versarsi anche in caso di assenza del bambino, in ragione dei costi di gestione.

Orario di funzionamento

Ai genitori si richiede la puntualità nell’orario dell’entrata (dalle 8:00 alle 8:50) per permettere il regolare svolgimento delle attività didattiche. Si raccomanda inoltre di assicurarsi che il bambino sia accolto dalle insegnanti. Alle 8.50 il cancello verrà chiuso e non si ammetteranno ritardi ingiustificati.
Nell’orario anticipato, dalle ore 7.30 alle 8:00, il servizio di accoglienza sarà svolto da personale della scuola non docente in quanto in questo periodo di tempo non verrà svolta attività didattica ma ludica.
Gli orari di uscita sono previsti negli intervalli dalle 12:45 alle 13:00 e dalle 15:45 alle 16:00.
I bambini saranno riconsegnati ai genitori o a persone maggiorenni delegate da loro stessi. Nel ritiro dei bambini si raccomanda la puntualità. Il ritiro dopo le ore 16:00 viene considerato prolungamento al costo di 5,00 euro.
L’attivazione del servizio di tempo prolungato viene valutato di anno in anno a seconda delle richieste da parte dei genitori. Nell’anno scolastico in corso (2016/2017) è stato attivato fino alle ore 17, ma la scuola è disponibile a prolungarlo fino alle ore 18 se perverranno sufficienti richieste e valutandone in quel caso i costi.
Eventuali entrate posticipate e uscite anticipate sono consentite solo previo accordo con la coordinatrice. Per visite mediche o urgenze i bambini possono arrivare dopo l’orario di chiusura ma entro le ore 11.45.
Per garantire ai vostri figli una continua sorveglianza, i genitori sono pregati di non intrattenersi eccessivamente, soprattutto con le insegnanti, per richiedere informazioni sull’andamento del proprio figlio/a durante l’entrata o l’uscita dalla scuola.
Qualora si sentisse l’esigenza di un colloquio privato, lo si comunicherà all’insegnante o alla coordinatrice che individueranno un momento più opportuno.
Si raccomanda di parcheggiare ordinatamente i veicoli nel piazzale di lato alla scuola e di non lasciare le auto aperte o borse e oggetti di valore incustoditi: in caso di furto la scuola non è responsabile. Lo spazio di fronte alla scuola e più adiacente al parco giochi è riservato ai mezzi del personale scolastico, al pulmino e ai fornitori della scuola.

Malattia

Quando i bambini sono assenti, il genitore deve avvertire la scuola comunicando i motivi e la data prevista per il rientro. Se il periodo di assenza si protrae per 6 giorni consecutivi (compresi sabato, domenica, festivi), con rientro quindi al settimo giorno, si necessita di certificato medico che attesti l’idoneità alla frequenza scolastica. Il bambino che si presenta dopo 6 giorni di assenza senza certificato medico non potrà essere ammesso alla scuola.
I genitori non devono accompagnare il figlio a scuola quando presenta sintomi di malessere o malattia: febbre, vomito, diarrea, manifestazione cutanee, congiuntivite, parassitosi. Il bambino con congiuntivite, pediculosi o ossiuri deve rimanere a casa fino al giorno successivo al trattamento disinfestante auto-dichiarato dal genitore. Se il bambino rimane a casa per una malattia infettiva o anche sospetta il genitore ha il dovere di avvisare la scuola e il bambino potrà essere riammesso solo con un certificato medico che dichiari lo stato di guarigione.

Pranzo

Si allega copia menù a fine fascicolo. Il servizio mensa è garantito secondo i criteri dietetici adeguati nel rispetto di particolari esigenze mediche e di altre culture documentate da certificato, seguito e controllato dai servizi Ulss.
Tra i laboratori svolti, c’è quello di cucina: l’insegnante, nella manipolazione da parte dei bambini, avrà cura di seguire tutte le norme igienico-sanitarie riportate nel manuale HACCP. Le materie prime utilizzate provengono dalla cucina e sono quindi controllate nelle date di scadenza e nella temperature di conservazione dalla cuoca stessa. Il prodotto realizzato sarà poi assaggiato dai bambini prestando attenzione alle possibili allergie, intolleranze e diverse culture.

Complemese

torta

Nel rispetto della salute dei bambini e in accordo con l’azienda Ulss 15, si è scelta la seguente modalità di festeggiamento dei compleanni: i bambini che compiono gli anni in un determinato mese, festeggeranno tutti assieme, in un unico giorno stabilito dalle insegnanti, in sala mensa. Dopo il pranzo verranno cantati gli auguri a tutto il gruppo dei festeggiati e i bambini potranno mangiare un dolce e bere il the che saranno preparati dalla cuoca. In questo modo il compleanno di ogni bambino viene vissuto come momento di festa di tutta la scuola e non solo della classe.
Qualora i bambini volessero invitare gli amici a festine private, le maestre distribuiranno gli inviti solo se alla festa saranno invitati tutti i bambini della classe; in caso contrario le famiglie provvederanno a contattare gli invitati per conto proprio.
A scuola non si portano né alimenti di qualunque genere né regali di nessun tipo. La scuola non dà caramelle o cioccolato ai bambini ma si attiene rigorosamente al menù approvato dall’Ufficio Igiene e Salute Alimentare di Cittadella.

Uscite didattiche e laboratori
L’uscita didattica è attività scolastica, il genitore deve autorizzare il proprio figlio/a all’uscita, senza di essa il bambino rimarrà a scuola o, nel caso l’uscita riguardasse tutti i bambini, rimarrà a casa.
I bambini, perché la gita possa effettuarsi, devono essere almeno i tre quarti della sezione. La scuola si preoccuperà che la spesa affrontata non sia troppo onerosa per evitare che qualche bambino non possa aderire per ragioni economiche. I laboratori esterni sono a carico della famiglia e saranno svolti se più della maggioranza dei bambini aderisce. La scuola, qualora avesse disponibilità economica interverrà in casi eccezionali ad aiutare quelle famiglie che per comprovate difficoltà economiche non riescono a sostenere il costo dei laboratori.
Le uscite saranno organizzate in modo da garantire la massima sicurezza e sorveglianza dei bambini.

Corredo

zainetto

Tutti i bambini devono:

  • Portare un cambio completo composto da: mutandine, calzini, canottiera, pantaloni, maglietta, felpa e calzini antiscivolo. Ogni indumento deve essere ben contrassegnato da nome e cognome del bambino e sostituito a seconda della stagione.
  • Indossare vestiti comodi per aiutarli nella crescita della loro autonomia e scarpe con strappi e senza luci. In estate, se indossano sandali aperti, devono avere i calzini che proteggono il piede; se le bambine indossano gonne, devono avere un paio di pantaloncini corti sotto.
    Indossare sempre magliette con manica corta e non canottiere.

Qualora i bambini venissero cambiati coi vestiti della scuola, quest’ultimi verranno riportati alla scuola puliti.

  • Portare uno zainetto (no trolley) con asciugamano, bavaglia e porta bavaglia (fatta a busta e non sacchetto), tutto contrassegnato.
  • Munirsi di fazzoletti di carta bianchi (non colorati o disegnati con personaggi).
  • Indossare, dal 1 Ottobre al 31 Maggio, il grembiule che potrà essere di vari colori e fantasia. Se ne richiede almeno uno bianco come divisa per le occasioni speciali.
  • Non devono portare giochi da casa o indossare oggetti preziosi che possono andare perduti: la scuola non ne risponderà.
  • Per i bimbi piccoli e medi che dormono: cuscino, plaid o lenzuolino (a seconda della stagione), tutto contrassegnato.
  • Le bambine con i capelli lunghi dovranno raccoglierli come prevenzione per i pidocchi.
  • E’ vietato dare ai bambini materiale che può recare danno (smalti, profumi, gomme americane, monete, medicinali, ecc …) o portare collane, anelli e gioielli in genere; la scuola non risponde per eventuali smarrimenti.

 

Durante l’anno le maestre incontreranno i genitori per due colloqui, il primo a ottobre dove verrà illustrato l’andamento dell’inserimento per i piccoli e del ritorno a scuola di medi e grandi, un altro a fine gennaio / inizio febbraio durante l’orario scolastico ed infine un colloquio a fine anno per i bambini grandi.

Le lezioni aperte ai genitori dei laboratori esterni si svolgeranno durante l’orario scolastico.

 

ORDINAMENTO DELLA SCUOLA

1    Organizzazione e funzionamento della scuola
L’attività scolastica ha inizio nel mese di settembre e termina alla fine di giugno secondo il calendario scolastico nazionale e in ogni caso ha durata non inferiore ai 10 mesi per un totale di 200 gg.  Eventuali variazioni al calendario sono deliberate dal comitato di gestione. La scuola è aperta nei giorni feriali, esclusi il sabato e le festività civili e religiose riconosciute.

2    Modulo orario
La scuola funziona con il seguente orario:

  • Entrata dalle ore 8:00 alle ore 8:50
  • Prima uscita dalle ore 12:45 alle 13:00
  • Uscita pomeridiana dalle ore 15:45 alle 16:00

3   Organizzazione delle attività didattiche
La programmazione viene illustrata e presentata sia nel PTOF che in apposite riunioni organizzate per presentare la metodologia di lavoro, i progetti e le varie iniziative.

4   Rapporti genitori/insegnanti
Per qualunque necessità individuale o nel caso di disagi legati o derivanti dal rapporto con le insegnanti o dall’organizzazione, si farà riferimento alla Coordinatrice.

Rapporti con le famiglie

  • Le famiglie già separate o in fase di separazione sono pregate di comunicare congiuntamente alla scuola le modalità di affido, specificando tempi e modi, onde evitare disguidi.
  • Tutte le foto, le riprese video o quanto comporta acquisizione di immagini di bambini, sono sottoposte alla vostra preventiva autorizzazione sottoscritta all’atto dell’iscrizione.
  • La scuola convoca i genitori per:
    • Una assemblea annuale a settembre/ottobre per presentare le programmazioni, eleggere i rappresentanti di classe e altre comunicazioni che fossero necessarie.
    • Due colloqui individuali annuali, entro l’orario scolastico.
    • Alcuni momenti di festa insieme secondo un programma stabilito annualmente.