PROGRAMMAZIONE

Piano Offerta Formativa
I bambini a quest’età imparano “facendo”, quindi per stimolare le loro capacità di apprendimento abbiamo aggiunto, alle attività didattiche in aula, un percorso formativo che si svolge nei laboratori.
Inoltre, per favorire la  relazione interpersonale con gli altri bambini, i laboratori sono organizzati per fasce d’età: in questo modo ogni bambino, nel laboratorio, ha la possibilità di rapportarsi anche con i coetanei delle altre classi.

Di anno in anno le insegnanti individuano collegialmente un percorso formativo-didattico che accompagna in modo stimolante e arricchisce i bambini di tutte le fasce d’età.

Programmazione didattica 2019/20

COLUMBUS’S JOURNEY

Per dare continuità educativa e completezza progettuale alla programmazione dell’anno  precedente, abbiamo pensato di conoscere ed esplorare il mondo, grazie all’aiuto di  Cristoforo Colombo che con le  sue scoperte accompagnerà  i bambini  in un viaggio fantastico dove la fantasia abbraccia la realtà.  I bambini hanno bisogno di apprendere attraverso i racconti, le favole, il gioco, il fare ma soprattutto attraverso lo stupore. Non c’è niente di meglio di una storia reale, rielaborata  per loro dalla maestra per catturare la loro attenzione e apprendere divertendosi. Cristoforo Colombo sarà la nostra guida, i bambini dopo aver conosciuto la sua storia conosceranno  nuovi mondi, popoli diversi, cibi, feste e tradizioni diverse dalle nostre. Sarà un anno dove la magia si fonderà con la storia e la creatività darà forma a nuove conoscenze per raggiungere le competenze in ogni ambito educativo. img_progetto01La programmazione  sarà suddivisa in 6 unità didattiche dove ognuna di esse ha obbiettivi specifici per lo sviluppo delle competenze, con i propri traguardi di sviluppo
Guidato dall’insegnante, il bambino imparerà ad interrogarsi sulla realtà che lo circonda, a conoscere le caratteristiche di ogni luogo, seguendo una metodologia didattica di ispirazione Montessoriana che si fonda non sull’esperienza insegnata, ma vissuta, al fine di stimolare il mondo interiore del bambino e mobilitarne l’intelligenza, l’affettività e la curiosità.
Esso, infatti, permette di cogliere nuove conoscenze attraverso l’osservazione, le domande e la ricerca della risposta che perviene per tentativi e pertanto aiutando i bambini a riflettere sui passi compiuti. La scuola da quest’anno si ispira al metodo Montessori dove il bambino rivela se stesso solo quando è lasciato libero di esprimersi, in questo modo il bambino impara ad autoregolarsi. L’attività didattica alterna momenti di:
-gioco in cui il bambino incontra la realtà, la rielabora e se ne appropria nei vari spazi della scuola (salone, classe e giardino);
-attività didattiche e laboratoriali che curano l’interesse spontaneo del bambino, nel suo impulso naturale ad agire e conoscere. Se il bambino è posto in un ambiente adatto, preparato e scientificamente organizzato, egli, seguendo il proprio disegno interiore di sviluppo e i suoi istinti guida, accende naturalmente il proprio interesse ad apprendere, a lavorare, a costruire, a portare a termine le attività iniziate, a sperimentare le proprie forze, a misurarle e controllarle
Questo lavoro si svolgerà in un clima positivo di fiducia e di rispetto all’interno di ogni gruppo, dove ciascuno potrà sentirsi sicuro di esprimersi, di ascoltare e di essere ascoltato.
Il progetto sarà trasversale ai 5 campi d’esperienza e toccherà tutti gli ambiti dell’agire e della conoscenza che il bambino gradualmente svilupperà.

FINALITA’ EDUCATIVE DEL PROGETTO

Riconoscimg_progetto02ere ed esprimere le proprie emozioni, (consapevolezza dei propri desideri e paure, riconoscere stati d’animo propri ed altrui )
Fiducia in sé stesso, (progressiva consapevolezza dei propri limiti e delle proprie risorse, richiesta di aiuto e maturazione di un buon rapporto con la propria corporeità)
Stabilire relazioni positive con gli adulti, i compagni e l’ambiente scolastico. Sviluppare il piacere del giocare e dello stare insieme.

Conoscere, accettare e rispettare le regole condivise Esplorare e conoscere il proprio ambiente. Essere autonomo nelle operazioni di vita quotidiana. Riconoscere ed accettare le diversità.
Usare la lingua italiana, arricchendo il proprio lessico, comprendendo parole e discorsi, fare ipotesi sui significati

Vivere completamente la propria corporeità, percepire il potenziale comunicativo ed espressivo, maturare le condotte che gli consentono una buona autonomia nella gestione della giornata a scuola
La competenza matematica,  capacità di interpretare, formulare ipotesi e risolvere una serie di problemi in situazioni quotidiane ed utilizzare modelli matematici: di pensiero (logico e spaziale) e di presentazione (schemi, grafici, rappresentazione)

 

I LABORATORI

  • Logico-matematico
    Le fiabe insegnano sognando
    Colori, suoni, forme della natura
    Mille note
  • Usciamo all’aperto
    Arte giocando
    Cuochi senza fuochi
    Vedo… osservo… costruisco
    Lingua inglese
    Educazione stradale

ATTIVITA’COMPLEMENTARE AL PROGETTO
 Laboratori esterni musica, motoria, inglese;
 Progetto biblioteca;
 Progetto continuità con la scuola primaria;
 Festa dei nonni;
 Festa accoglienza bambini piccoli;
 Castagnata;
 Open day
 Festa di Natale: canti natalizi e scambio di auguri con le famiglie;
 Festa di carnevale;
 Lezioni aperte di musica, inglese e motoria
 Uscite didattiche
 Festa di fine anno
 Festa dei diplomi

PROGETTO DI PREGRAFISMO PER I BAMBINI DI 5 ANNI

PROGETTO PSICOMOTRICITA’  SCUOLA DELL’INFANZIA
L’attività  psicomotoria relazionale  della scuola dell’infanzia viene da noi proposta come attività educativa a integrazione delle attività già esistenti, vuole essere uno strumento ausiliario delle educatrici per agevolare il bambino nella crescita psico- motoria e affettiva.

logo_laforestaintesta

In collaborazione con l’Associazione ASD in gioco psicomotricista Marina Basso

BAMBINI MUSICALI
Consideriamo la musica un elemento fondamentale per la socializzazione e per la crescita armonica dei bambini e per questo la trasmettiamo offrendo delle esperienze di “immersione” in un ambiente sonoro ricco di stimoli. Fin dai primi mesi di vita il bambino dimostra una straordinaria attitudine ai suoni e alla musica che fa comprendere l’importanza di esperienze ludico-musicali che favoriscano lo sviluppo del suo patrimonio espressivo.

*******

I.R.C. Programmazione Annuale

SCARICA QUI IL PROGRAMMA DETTAGLIATO  PER CONOSCERLO MEGLIO

img_ircAttraverso l’introduzione di uno stile di vita, nel gioco, nello stare a tavola, nel rapporto con gli amici, la scuola, sempre nel rispetto del pluralismo, riflette la propria origine e ispirazione cristiana.

L’ora di Religione Cattolica nella scuola italiana è una preziosa opportunità culturale ed educativa perché aiuta i bambini a scoprire le radici della nostra storia e identità. Le attività ordine all’IRC offrono occasioni per lo sviluppo integrale della personalità dei bambini, valorizzano la dimensione religiosa, promuovono la riflessione sul loro patrimonio di esperienze e contribuiscono a rispondere alle grandi domande di significato e di senso che portano nel cuore.

L’IRC NON intende “fare il credente” ma mediante l’utilizzo di alcuni strumenti propone un percorso che affronta e approfondisce una prima conoscenza dei temi fondamentali della religione cattolica, inoltre volge l’attenzione alle differenza culturali e religiose, favorendo il dialogo e il rispetto, premessa per una vera e propria convivenza tra popoli.

L’IRC perciò NON presuppone o richiede adesioni di fede.

Il progetto IRC nell’ambito della scuola dell’infanzia, concorre alla formazione e allo sviluppo armonioso della personalità del bambino, nell’ottica di una crescita equilibrata e tranquilla, non accelerata dal ritmo ossessivo dei tempi odierni.

Fra i tre e i sei anni i bambini incontrano e sperimentano linguaggi diversi, scoprono, attraverso il dialogo e il confronto con gli altri bambini, l’esistenza di diversi punti di vista, pongono per la prima volta domande esistenziali, osservano e si interrogano sulla natura.

Quest’anno il tema scelto per la programmazione dell’IRC è :  “In viaggio con il mio amico Gesu'”: ossia il bambino conoscerà la figura di Gesu’ come un amico che ci aiuterà a scoprire il valore dell’amicizia, dell’amore, del perdono, della gioia e del mondo che ci è stato donato.

In questa programmazione rientrerà quindi la vita di Gesù nei suoi due momenti più affascinanti e importanti: la Nascita nel periodo natalizio e la Morte-Resurrezione nel periodo pasquale. Il percorso della nascita troverà la conclusione finale nella recita di Natale che impegnerà tutti i bambini, in base alla loro età, e ne farà piccoli attori per un giorno.

*******

Dite:
è faticoso frequentare bambini.

Avete ragione.
Poi aggiungete:
bisogna mettersi al loro livello, abbassarsi,
inclinarsi, curvarsi, farsi piccoli.

Ora avete torto.
Non è questo che più stanca.
E’ piuttosto il fatto di essere obbligati ad innalzarsi
fino all’altezza dei loro sentimenti.

Tirarsi, allungarsi, alzarsi sulla punta dei piedi.
Per non ferirli.

Autore
J.KORCZAC